Ana Markovic parla del lato torbido del calcio femminile: “Mi chiamano finti manager, so cosa vogliono da me”

La foto di Ana Markovic è stata tratta dal suo profilo ufficiale Instagram

Essere belle ragazze, in un movimento in continua espansione qual è il calcio femminile e, conseguentemente, in esposizione mediatica, non sempre paga. 

Purtroppo, spesso, non si misura la capacità dell’atleta, ma appunto la sua bellezza.  

Ultima a denunciare le persecuzioni di falsi manager e di giornalisti che la contattano privatamente, per poi, nel giro di poco, fare i “provoloni” con lei, è stata l’attaccante Ana Maria Markovic, arrivata per le sue doti tecniche da poco nella nazionale Croata, e in forza al Grassophers, dove ha fatto parlare di sé a suon di goal. 

La bellissima 22enne, infatti, ha visto esplodere la sua popolarità con la convocazione nella selezione balcanica e ha fatto sapere: “Quando mi dicono che sono sexy non mi piace, è un giudizio che si spinge oltre”. 

I giornali l’hanno definita: bionda esplosiva, calciatrice sexy, e in privato la stessa riceve messaggi molto espliciti, dai più fantasiosi ad altri decisamente volgari.  

Giustamente Ana Maria Markovic avrebbe piacere di essere giudicata in campo per il suo gioco, non per il suo aspetto.  

“Non mi dà fastidio se dicono che sono bella, apprezzo il complimento – afferma – ma aver letto in alcuni articoli che sono la più sexy non mi piace… significa spingersi oltre nei giudizi e non va bene per me né per la mia famiglia”. 

La giovane vive in Svizzera da quando era adolescente e si è avvicinata al calcio dopo aver praticato ginnastica, grazie anche all’incoraggiamento della sua famiglia che le ha fatto da trampolino di lancio.  

Al resto, ha provveduto lei, mettendo il cuore dentro le sue scarpette e trasformandosi decisamente in campo.  

A seconda degli occhi con i quali viene guardata, lei risponde che vuole essere valutata come calciatrice, anche se il suo profilo Instagram ha raggiunto al momento oltre 600 mila followers per l’incredibile pubblicità che le è piovuta addosso. 

Nella sua carriera Markovic ha conquistato 4 titoli con Zurigo (2 campionati e 2 coppe nazionali) e sa che lo staff della Croazia l’ha selezionata non certamente per il suo aspetto.  

Aggiunge Ana: “Mi hanno dato una sensazione professionale e hanno anche studiato le mie prestazioni e le mie caratteristiche attraverso i video di YouTube. I responsabili della federazione croata hanno fatto un ottimo lavoro”. 

Rosalba Angiuli  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...